Silent Hill Origins

PSP®
Data di uscita: 16 Novembre 2007
Sviluppatore: Konami
Editore: Konami

Panoramica

Silent Hill, l'inquietante cittadina che nasconde un passato infernale, viene esplorata per la prima volta su PSP.

Rimasto bloccato a Silent Hill, il camionista Travis Grady è costretto a vedersela non solo con gli infernali abitanti della cittadina, ma anche con il proprio passato ormai sepolto.

Una trama avvincente, avversari memorabili, enigmi diabolici e una colonna sonora ammaliante composta da Akira Yamaoka mantengono intatta, in questo debutto per PSP, l'atmosfera da incubo che caratterizza le versioni del gioco per PlayStation 2.

Silent Hill è una cittadina carica di un'atmosfera oppressiva, in cui strade ed edifici deserti si trasformano in un inquietante regno dell'incubo popolato da abitanti perversi e senza volto.

Le caratteristiche del gioco, così come l'atmosfera e le ambientazioni angoscianti, sono quelle della tradizionale saga di Silent Hill, arricchite da nuove funzionalità per PSP, come l'adattamento intuitivo dei comandi ad ogni diversa situazione di gioco.

  • Scopri i segreti nascosti della spaventosa cittadina di Silent Hill
  • Guida Travis attraverso un mondo d'incubo, nello scontro con inquietatnti creature in agguato nell' ombra
  • I comandi intuitivi si adattano alle diverse situazioni di gioco

Anteprima

Le origini della paura

Silent Hill: Origins svela la cruenta storia di una tranquilla cittadina sulle rive di un lago, una storia non certo adatta ai deboli di cuore.

Alla guida del suo camion alla periferia di Silent Hill, Travis Grady sta cercando una spiegazione agli incubi che lo tormentano e che appaiono fortemente familiari. Improvvisamente, un individuo balza fuori dalla nebbia e si ferma davanti al camion, costringendolo a una sterzata che quasi provoca un incidente. Con il cuore ancora in sobbalzo per lo spavento, Travis scorge una bambina che si sta allontanando di corsa e, temendo che sia ferita, la segue.

La bambina corre fino a una casa in fiamme, dall'interno della quale provengono delle urla. Rischiando la vita, Travis si addentra fra le fiamme per recuperare il corpo ustionato di un bambino e, appena in salvo, perde i sensi . Al suo risveglio, moltissimo tempo dopo, si ritrova sulle deserte strade di Silent Hill; decide di recarsi all'ospedale più vicino, che, come il resto della città, è insolitamente silenzioso...

Ambientato sette anni prima del capitolo originale della serie in stile horror di sopravvivenza, Silent Hill: Origins svela i segreti oscuri della città e del suo cupo mondo parallelo, accessibile tramite specchi speciali. Travis deve mantenere il sangue freddo per respingere le schiere di mostri che lo vogliono morto. È doveroso sottolineare che si tratta di un gioco horror che include scene di violenza grafica ed è perciò adatto solo a un pubblico adulto.

Dal punto di vista grafico, Silent Hill: Origins conserva l'inconfondibile look della serie, ovvero strade deserte inondate di nebbia e corridoi in penombra con pareti che cadono a pezzi. E, in linea con i predecessori, il titolo sfrutta un sistema a grana grossa che conferisce alla grafica un aspetto d'epoca, quasi si trattasse di un 8 mm. L'elemento grafico più sorprendente è la transizione fra la dimensione normale e il degradato mondo parallelo, caratterizzato da pareti ricoperte di sangue che pulsano quasi fossero vive.

L'azione di gioco è incentrata su missioni di esplorazione e il progredire degli eventi si basa sulla combinazione di puzzle da risolvere e combattimenti. Inizialmente, Travis è in grado di difendersi con i pugni o con numerosi oggetti che trova intorno a sé, come televisori o tubi, mentre con l'avanzare del gioco avrà a sua disposizione anche le armi da fuoco. Sebbene gli attacchi siano a volte necessari, questo è un titolo di sopravvivenza più che di attacco, quindi spesso la fuga è la soluzione ideale.

In genere, i puzzle prevedono attività come trovare chiavi od oggetti per ottenere accesso ad aree ancora inesplorate. Uno dei primi esempi viene offerto da una scena in ospedale, in cui devi raccogliere organi in plastica da inserire in un modellino del corpo umano per ottenere una chiave; la caratteristica più interessante è che ciascun organo deve combaciare con la sua posizione reale nel corpo. Puzzle intelligenti di questo tipo rendono i titoli Silent Hill unici fra i giochi del genere horror di sopravvivenza.

La lugubre atmosfera regna in armonia con l'eccellente colonna sonora composta da Akira Yamaoka, che ha già collaborato ai titoli precedenti. Gli effetti sonori sono fondamentali per identificare le avversità di un nuovo ambiente e le musiche riproducono con maestria la sensazione inquietante di pericolo costantemente in agguato.

Silent Hill: Origins è un grande gioco d'atmosfera che combina trama avvincente, puzzle astuti e macabri combattimenti: un temerario mix perfetto per un pubblico adulto. I fan della serie apprezzeranno gli excursus sulla storia della città e i neofiti saranno lieti di scoprire il look e l'approccio unico all'azione di gioco che hanno reso famoso questo titolo.